Storia di un ombrello

Exquisitely-Embroideried-Cotton-Wedding-Umbrella-in-Pink

Quante storie ha un oggetto, quante vite può aver avuto. Quanto può raccontare. Prendiamo un ombrellino rosa dai bordi ricamati a mano, per esempio, quello dimenticato accoccolato nel portaombrelli cesellato e affidatoci, amorevolmente, dalla nonna materna, prima di partire per il suo lungo ultimo viaggio. Quante storie ha addosso. La storia comincia con chi l’ha costruito, piccolino, fatto a mano per una bambina che temeva la pioggia di un antico borgo umbro. Annina l’aveva chiesto alla giovane zia, e l’aveva pregata di metterci intorno un bel pizzo ricamato. Detto fatto, l’artigiano Raimondo aveva intarsiato manico e punta e chiesto a Gigina di preparare la tela rosa con il pizzo. Un mesetto dopo, Annina aveva il suo piccolo gioiello. Sopra di esso c’erano le macchie di cioccolata, cadute mentre consumava la sua dolce merenda con gli amichetti, e il profumo della torta di mele della mamma. Anche una piccola macchia di crema per le mani lasciava la sua piccola ombra. Quelle piccole chiazze sembravano disegni, quelli che Annina amava tanto, da grande sarebbe diventata pittrice e, per lei, i colori erano ovunque. Un giorno aveva protetto la sua bambola dal cappellino dorato, con quell’ombrellino. Non poteva bagnarsi, poverina. Con quel bell’oggetto si sentiva sicura, al caldo, abbracciata da quelle piccole falde che tutto avvolgevano e che assomigliavano tanto alle pieghe delle gonne lunghe della sua nonna. Avvolto in un cellophane, per essere protetto dalle tarme, l’ombrellino, cresciuta Annina, sarebbe finito in un ampio baule del solaio.

 CONTINUA A LEGGERE…

http://www.omero.it/omero-magazine/bimba-se-sapessi/storia-di-un-ombrello/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...