Mecenatismo culturale

Gaio MecenateGaio Cilnio Mecenate, influente consigliere dell’imperatore Augusto, ha spesso rappresentato il modello di coloro che sostengono attivamente attività artistiche e culturali. Per il suo incoraggiamento alla produzione artistica di grandi intellettuali e poeti, quali Orazio o Virgilio, che diedero anche grande lustro all’immagine di Roma, oggi, per antonomasia vossianica, viene definito “mecenate” colui che sostiene attività culturali in senso lato, incluse opere di restauro di monumenti o di spazi culturali abbandonati. Se Lorenzo il Magnifico, nel Rinascimento, aveva rappresentato un altro grande e illuminato esempio di mecenatismo italiano, seguito da altri sovrani o aristocratici illustri, tanti altri imprenditori italiani sarebbero entrati nella lista. Va, però, subito precisato che il vero mecenate non è semplicemente un filantropo che dona parte della propria ricchezza senza curarsi dei modi del suo utilizzo. “Mecenate” è tipicamente un imprenditore che pone risorse e know-how imprenditoriale al servizio di una causa di interesse collettivo. Esemplare al riguardo era stato, fra tanti, il caso dei lanaioli di Firenze che realizzarono la progettazione, la costruzione e il finanziamento del Duomo, come ricorda l’economista Stefano Zamagni.

CONTINUA A LEGGERE…

http://www.ferraraitalia.it/lenergia-della-cultura-e-del-mecenatismo-industriale-80325.html

ferraraitalia_logo-hd

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...